Italiano  English  

Crocodylus niloticus cranio (3)

Prezzo :
110,00
  • Codice Prodotto: T23335
  • Prodotto Disponibile
Per questo prodotto è possibile aggiungere un solo elemento nel carrello

Descrizione

Provenienza : Madagascar

Misura : cm 20,5 x 8,3


cranio di coccodrillo del Nilo, completo di mandibola, cm 20,5 x 8,3, pezzo unico, come in foto.
In allegato certificato CITES.

Il coccodrillo del Nilo (Crocodylus niloticus Laurenti, 1768) è un grosso rettile acquatico, diffuso in Africa presso molti specchi d'acqua: fiumi, laghi, bacini idrici e pozze. Non è presente nel Nilo a nord del Lago Nasser.
Le narici permettono al coccodrillo di respirare anche quando è sott'acqua perché sono poste nella parte alta del muso. Uno strato di pelle impedisce all'acqua di entrare nelle narici.
Anche gli occhi sono situati nella parte più alta della testa per permettere al coccodrillo di individuare e sorvegliare prede quando è sommerso.
La coda ha la funzione di timone e funge anche da arma contro le prede. E' abbastanza forte da poter azzoppare un cervo.
La lunghezza dell'animale può arrivare a 6 metri e anche superarli in certi casi e il loro peso può in età adulta o avanzata oscillare tra gli oltre 900 e i 1000 kg. La zampa anteriore ha 5 dita e quella posteriore ne ha 4 interamente palmate. Presenta un colore verdastro scuro, con notevoli variazioni individuali, che possono arrivare al bruno o al color cioccolato.
Al contrario dei mammiferi e degli uccelli, non hanno il sangue caldo, il coccodrillo per riscaldarsi deve costantemente crogiolarsi al sole. Per evitare che il suo corpo si surriscaldi troppo, il coccodrillo del Nilo si rifugia all'ombra o si tuffa nell'acqua. Durante i periodi di siccità può vagare anche per 25 chilometri in cerca d'acqua. Può anche vivere in acque salate, infatti è stato avvistato nel canale che divide il Madagascar dall'Africa.
I suoi denti sono robusti consentendo così all'animale di strappare grandi brandelli di carne dalla preda. La forza del morso del coccodrillo del Nilo è dell'ordine di duemila chilogrammi forza. I denti crescono in continuazione e vengono sostituiti da altri sempre nuovi. Come tutti i rettili moderni, non è in grado di tagliare e masticare, perciò si limita a staccare la carne dalla preda in grosse quantità. Quando il coccodrillo afferra una preda con le sue potenti mascelle, questa non ha più possibilità di scampo, dato che questo grosso rettile dal morso tanto potente comincerà a ruotare su ss stesso annegandola. Alle volte porta la preda sotto un tronco o una pietra sul fondo del fiume per lasciare la carne a macerare, per poi successivamente staccare grossi pezzi e ingurgitarli. L'alimentazione varia anche in base all'età: i coccodrilli appena nati si nutrono di piccoli pesci o insetti e sono a loro volta prede di molti animali come il varano del Nilo (ghiotto anche di uova di coccodrillo), diversi grossi pesci o anche diversi adulti della loro stessa specie. Alla fine, quando i pochi fortunati raggiungono l'eta adulta cominciano ad includere nel loro regime alimentare praticamente qualunque animale, compresi gli animali che erano suoi predatori durante l'infanzia. Il coccodrillo attacca spesso animali di grandi dimensioni come gnu, bufali, zebre, acefali o impala, soprattutto quando le grosse mandrie di erbivori devono guadare un fiume per raggiungere i pascoli più vicini durante le stagioni secche africane. Sono stati visti più volte attaccare leopardi, ghepardi, iene o leoni, quando questi sono stati costretti ad uccidere la loro preda nei pressi di un fiume oppure quando questi carnivori si sono avvicinati per bere. Più volte si sono viste lotte fra leoni e coccodrilli per la spartizione di una preda che, sfortunatamente per i malcapitati felini, era finita troppo vicino al fiume.
La stagione secca è il periodo in cui i coccodrilli si riproducono, mentre la stagione delle piogge è quella in cui le uova si schiudono.
Ogni maschio si accoppia con più femmine possibili, quindi, a volte, si verificano combattimenti tra rivali. Il nido è una buca scavata nel terreno vicino alle rive dei fiumi. Fino alla schiusura delle uova il nido viene sorvegliato.
La femmina può deporre da 25 a 100 uova dal guscio molle. Una volta nati i piccoli vengono protetti per 4 settimane dall'attacco dei predatori. Il sesso dei coccodrilli è determinato dalla temperatura dell'ambiente. Se la temperatura è inferiore ai 29 °C (al momento della nascita), tutti gli individui saranno femmine.



Per informazioni e qualsiasi tipo di comunicazione si prega cortesemente di inviare una mail: sarete ricontattati il prima possibile.

Si rammenta che le mail inviate prive dell'oggetto o con scritto "info" o altra dicitura generica, verranno cestinate come precauzione da virus e spam.

Non dimenticate di leggere le condizioni di vendita a fine pagina (footer), PRIMA di effettuare un acquisto!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere sempre informato sulle nostre novità e promozioni

Idee Regalo (clicca sulla foto)
Back to Top