Italiano  English  

Stictocephala bisonia

Prezzo :
3,30
  • Codice Prodotto: Z24036
  • Prodotto Disponibile
Quantità :  

Descrizione

Provenienza : Italia (Lombardia)


cicadella bufalo, mm 8-10.

Stictocephala bisonia è un insetto rincote della famiglia Membracidae originario del Nord America, ormai diffusa in tutta l'Europa meridionale. In Italia è diffuso specialmente nelle regioni settentrionali. Il nome deriva dalla sua forma che ricorda un bisonte americano, data dal pronoto triangolare con la parte basale espansa verso il capo. È stata a lungo indicata con il nome di Ceresa bubalus, un membracide simile diffuso nell'America centrale ma mai giunto in Europa. L'equivoco è stato chiarito a seguito di una revisione sistematica nel 1977.
Le sue punture di nutrizione operate dall'insetto sulla pianta per suggere la linfa floematica possono causare danni alla vite, gravi soprattutto sulle piantine in vivaio.
Causano la comparsa di una strozzatura anulare sugli internodi. In alcuni casi, la reazione dei tessuti provoca la formazione di un ingrossamento tumorale. La vegetazione che sovrasta la parte colpita assume una colorazione giallastra o rossastra e le foglie si accartocciano verso la pagina inferiore. Questo tipo di danno è generalmente trascurabile sulle viti in produzione mentre può causare ritardi della crescita sulle piante giovani e in vivaio.
Danni possono essere causati anche dalle ovideposizioni, infatti la deposizione delle uova tramite l'ovopositore nei giovani rametti può provocare la formazione di piccoli cancri, oppure può ostacolare il normale sviluppo dei tessuti oltre ad aprire la via ad infezioni di vario genere.
Nella lotta agronomica è consigliabile asportare e bruciare i rami che presentano segni di ovideposizioni durante la potatura. L'ovideposizione può essere ostacolata applicando fasce invischiate attorno ai tronchi allo scopo di impedire la risalita delle femmine in procinto di riprodursi. Nei vivai e negli impianti giovani è consigliabile eliminare le erbe spontanee (in particolare fabacee), mentre negli impianti inerbiti è opportuno eseguire sfalci periodici per limitare lo sviluppo delle forme giovanili dell'insetto.
La lotta verso gli adulti, per limitare i danni alle giovani piante. è difficoltosa anche effettuando un elevato numero di interventi chimici. Su piante in produzione la lotta chimica è raramente giustificata, per i lievi danni arrecati dall'insetto.
L'imenottero mimaride Polynema striaticorne può essere impiegato nella lotta biologica in quanto parassita oofago della cicadella bufalo.
 



Per informazioni e qualsiasi tipo di comunicazione si prega cortesemente di inviare una mail (vedi Contatti): sarete ricontattati il prima possibile.

Si rammenta che le mail inviate prive dell'oggetto o con scritto "info" o altra dicitura generica, verranno cestinate come precauzione da virus e spam.

Non dimenticate di leggere le condizioni di vendita a fine pagina (footer), PRIMA di effettuare un acquisto!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere sempre informato sulle nostre novità e promozioni

Idee Regalo (clicca sulla foto)
Back to Top