Italiano  English  

Zarafasaura oceanis (4) - dente

Prezzo :
55,00
  • Codice Prodotto: F23299
  • Prodotto Disponibile
Per questo prodotto è possibile aggiungere un solo elemento nel carrello

Descrizione

Provenienza : Marocco (Oued Zem)

Era Geologica : Cretaceo superiore (Maastrichtiano)

Età : 72-66 milioni di anni


dente fossile di plesiosauro, rettile marino, 8,2 gr - mm 52 x 12.

Lo zarafasauro (Zarafasaura oceanis) è un rettile marino estinto, appartenente ai plesiosauri ((dal greco "plesios" = vicino a, e "sauros" = lucertola). Visse alla fine del Cretaceo superiore (Maastrichtiano, circa 70 milioni di anni fa) e i suoi resti sono stati ritrovati in Marocco. È uno degli ultimi plesiosauri noti, e il primo elasmosauride africano descritto.
Questo rettile marino è conosciuto principalmente per un cranio e una mandibola quasi completi e di altri resti attribuiti che includono uno scheletro quasi completo, lungo circa 7 metri, ritrovato nelle rocce fosfatiche del Marocco. Come tutti i suoi stretti parenti (elasmosauridi), Zarafasaura era dotato di un collo eccezionalmente allungato, un corpo schiacciato e quattro arti trasformati in strutture simili a pinne. Alcune caratteristiche (la forma dell'osso squamoso e il palato) lo distinguevano però dagli altri elasmosauridi provenienti dal Nordamerica e dal Giappone. Il cranio, inoltre, sembrerebbe essere stato più corto rispetto a quello delle forme simili.
I resti fossili di Zarafasaura, descritti per la prima volta nel 2011, aiutano a comprendere la paleobiodiversità e la paleogeografia dei plesiosauri del Cretaceo superiore: le caratteristiche peculiari di Zarafasaura (il cui nome significa "lucertola giraffa dell'oceano") indicano che vi era un certo grado di endemismo tra i plesiosauri del Maastrichtiano, e che questi erano altamente diversificati e diffusi globalmente appena prima della fine del Cretaceo. Ciò corrobora l'ipotesi di un'estinzione catastrofica dei plesiosauri nel confine K/T, come avvenuto per numerosi altri gruppi tra cui i dinosauri.
I plesiosauri erano animali esclusivamente marini, che si nutrivano probabilmente di belemniti e pesci, o di altre prede simili. Si spostavano grazie alle "pagaie" dal momento che la coda era troppo corta per poter assolvere a questa funzione. Il plesiosauro, in sostanza, doveva essere uno dei più pericolosi predatori del suo tempo, anche se non era certo il più grande. Altri plesiosauri e alcuni primitivi pliosauri lo superavano in dimensioni; alcuni grandi squali, inoltre, potevano predarlo.



Per informazioni e qualsiasi tipo di comunicazione si prega cortesemente di inviare una mail: sarete ricontattati il prima possibile.

Si rammenta che le mail inviate prive dell'oggetto o con scritto "info" o altra dicitura generica, verranno cestinate come precauzione da virus e spam.

Non dimenticate di leggere le condizioni di vendita a fine pagina (footer), PRIMA di effettuare un acquisto!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere sempre informato sulle nostre novità e promozioni

Idee Regalo (clicca sulla foto)
Back to Top