Italiano  English  

detriti fossiliferi Permiano - 100 gr

Prezzo :
49,00
  • Codice Prodotto: F23654
  • Prodotto Disponibile
Quantità :  

Descrizione

Provenienza : Oklahoma (U.S.A.) - Richard's Spur

Era Geologica : Permiano inferiore (Cisuraliano)

Età : 300-280 milioni di anni


100 gr di sedimento fossilifero di ottima qualità del Permiano Inferiore (300-280 milioni di anni fa).
Ideale per cercare da soli i propri fossili ed iniziare una piccola collezione.

La matrice portante proviene dalla Dolese Brothers Quarry Richard's Spur locality in Oklahoma (U.S.A.). Questo materiale è stato già lavato e contiene campioni di resti fossili di questa famosa località. I reperti includono sia frammenti che materiale integro di ossa delle dita dei piedi, mascelle, piastre craniche, denti, corpi vetebrali (intercentra), estremità delle ossa degli arti, ecc.
La maggior parte degli esemplari sono di Captorhinus magnus e Captorhinus aguti, ma indubbiamente ci sono anche altre specie delle fauna endemica peculiare di questa località. Ci sono mascelle e denti in ogni campione.

Captorhinus è un genere estinto di rettili captorhinidi (Reptilia, Eureptilia, Captorhinida, Captorhinidae, un tempo raggruppati nei Cotylosauria) che visse durante il periodo Permiano. I suoi resti sono conosciuti dal Nord America, Europa, India e Africa.
Tra le diverse forme di Captorhinus, ci sono tre specie principali che sono le più conosciute: Captorhinus aguti, Captorhinus magnus e Captorhinus laticeps. Il C. aguti è la specie tipo di Captorhinus.
Il Captorhinus magnus è stato finora identificato solo dalla località di Richards Spur in Oklahoma, un sito che ha anche prodotto i resti di C. aguti. I fossili di C. magnus si trovano prevalentemente nelle regioni di riempimento di fessura più profonde del complesso, mentre nei sedimenti superiori i resti di C. magnus sono estremamente rari. Ciò suggerisce la sostituzione ecologica di C. magnus con la piccola C. aguti durante il primo Permiano.
Gli elementi scheletrici di Captorhinus magnus possiedono una morfologia quasi identica a quegli elementi di Captorhinus aguti, con la sola eccezione della differenza di dimensioni. Captorhinus magnus era in media circa il doppio di C. aguti. Un'altra importante differenza tra le due specie è che i denti di C. magnus sono disposti in un'unica fila.
Nel 1882, Edward Cope descrisse questo reperto come Ectocynodon aguti. Il nome era stato poi rivisto più volte da diversi paleontologi mentre venivano scoperti altri generi. Captorhinus deriva dalla parola latina "captor", che significa "colui che cattura qualcosa" e dalla parola greca "rhino" che significa "del naso". Questo si basa sulla teoria che la premascella tipicamente curva di Captorhinus potrebbe essere stato usata per catturare le prede.
Possibili prede della fauna conosciuta del primo Permiano sia del Texas che dell'Oklahoma potrebbero aver incluso altri piccoli amnioti, piccoli temnospondili e lepospondili. Le dimensioni relativamente ridotte del corpo dei captorhinidi suggeriscono che erano probabilmente in competizione per il cibo solo con i giovani di varanopidi e sphenacodontidi.

I Cotilosauri (Cotylosauria) sono un ordine di Rettili fossili della sottoclasse Anapsida (rettili a cranio compatto, da cui derivarono le odierne tartarughe) la cui origine risale al Carbonifero. Furono i primi rappresentanti della classe dei rettili, caratterizzati da corpo tozzo, cranio pesante e privo di finestre e arti corti: un aspetto generalmente simile a quello degli anfibi primitivi. All'inizio della loro storia i cotilosauri erano piccoli animali simili agli anfibi, ma differenti da essi per numerosi caratteri, tra cui il palato, la volta cranica, l'orecchio interno e le vertebre; il carattere fondamentale, però, è la formazione dell'amnios, una membrana che avvolge l'embrione, il quale resta in questo modo immerso nel liquido amniotico. Questo uovo amniotico è fondamentale per un miglior adattamento alla vita terrestre, e consente al rettile di riprodursi al di fuori dell'ambiente acquatico a cui erano vincolati la maggior parte degli anfibi.
Comparsi nel Carbonifero superiore dell'Era Paleozoica, all'inizio del periodo Permiano i cotilosauri si svilupparono e prosperarono, diversificandosi in moltissime specie di varie forme e dimensioni. Tra i gruppi principali da ricordare i protorotirididi, i più antichi, simili a lucertole (tra cui Hylonomus), e i captorinidi, più grossi e robusti (tra cui Captorhinus e Labidosaurus). Altre forme via via più specializzate sono i millerettidi (forniti di finestre temporali e un tempo ritenuti essere gli antenati dei diapsidi), i mesosauridi (tra cui Mesosaurus, un animale simile ad un coccodrillo, ritornato a uno stile di vita prettamente acquatico) e i grandi pareiasauri (tra cui Scutosaurus e Pareiasaurus, simili a rinoceronti). Tra questi ultimi sono stati ricercati i possibili antenati delle tartarughe.
Nel corso del Permiano i cotilosauri diedero origine ad altri animali più specializzati, come i sinapsidi (ad esempio Dimetrodon) e i diapsidi (i piccoli areoscelidi), che divennero ben presto feroci competitori dei cotilosauri; questi ultimi, così, subirono una drastica riduzione alla fine del periodo, e nel Triassico sopravvisse un solo gruppo, quello dei procolofoni, simili a tozze lucertole. Alla fine del Triassico scomparvero anche questi ultimi rettili primitivi.



Per informazioni e qualsiasi tipo di comunicazione si prega cortesemente di inviare una mail (vedi Contatti): sarete ricontattati il prima possibile.

Si rammenta che le mail inviate prive dell'oggetto o con scritto "info" o altra dicitura generica, verranno cestinate come precauzione da virus e spam.

Non dimenticate di leggere le condizioni di vendita a fine pagina (footer), PRIMA di effettuare un acquisto!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere sempre informato sulle nostre novità e promozioni

Idee Regalo (clicca sulla foto)
Back to Top