Italiano  English  

Apachesaurus gregorii (5) - dente

Prezzo :
13,00
  • Codice Prodotto: F24506
  • Prodotto Disponibile
Per questo prodotto è possibile aggiungere un solo elemento nel carrello

Descrizione

Provenienza : New Mexico (USA) - Bull Canyon Formation (Dockum Grp. San Miguel Co.)

Era Geologica : Triassico superiore (Norico)

Età : 227-208 milioni di anni

Misura : mm 3


dente fossile di giovane anfibio gigante, mm 3, in scatolina plexiglas diam. cm 3. Conosciuto anche come Buettneria o Koskinonodon.
Esemplare di ottima qualità, con smalto ed estremità ben conservati.


Apachesaurus (Temnospondylia - Stereospondylia - Metoposauridae) è un genere estinto di grandi anfibi che nel tardo Triassico colmava le medesime nicchie predatorie poi occupate dai coccodrilli.  Era molto comune durante il Norico, in quello che ora è il sud-ovest americano. All'inizio del Giurassico la maggior parte dei temnospondili, incluso Apachesaurus, era scomparsa. È probabile che si siano estinti durante l'evento di transizione del Triassico-Giurassico, insieme alla maggior parte degli altri grandi anfibi, alla classe dei Conodonti e al 34% di tutti i generi marini. Non si sa cosa abbia causato questa estinzione di massa; le ipotesi includono enormi eruzioni vulcaniche, cambiamenti climatici, acidificazione oceanica e persino un altro impatto con un asteroide. È noto, tuttavia, che oltre la metà delle specie viventi sulla Terra si estinse a seguito di questo evento.
Apachesaurus può avere raggiunto fino a 3 m di lunghezza, con un cranio lungo 65 cm molto ampio, e grandi mascelle che potevano contenere molti denti  affilati ed appuntiti contemporaneamente, forse anche più di 100 su ciascun lato della mascella superiore e inferiore, col numero effettivo che variava costantemente durante la vita dell'animale. Aveva sia denti marginali che denti più grandi sul palato, di due tipi: grandi con solchi poco profondi e piccoli con solchi più profondi. Queste scanalature percorrevano longitudinalmente i denti, ottimizzandoli per infilzare  la preda e impedire che scappasse, resistendo alla forza di flessione applicata dall'organismo in lotta e propagando le crepe nelle parti dure come le ossa, consentendo una più facile alimentazione e digestione. Questi adattamenti dentali miglioravano la capacità dell'Apachesaurus di catturare le prede.
Aveva inoltre una coda ampia e potente a forma di cuneo, per assisterlo nel nuoto, nella caccia e probabilmente anche nella difesa. Non era lunga come quella dei coccodrilli odierni, ma abbastanza robusta da consentirgli di uscire rapidamente dal nascondiglio per catturare la preda prima che potesse fuggire. Le zampe erano corte con 4 dita sugli arti anteriori e 5 sui posteriori. Apachesaurus probabilmente trascorreva molto tempo immobile, in attesa della preda, in quanto le sue zampe piccole e tozze erano indatte alla caccia attiva.
Lo stile di caccia di Apachesaurus consisteva nel giacere in fondo a una palude poco profonda, in attesa che giungesse un pesce, un crostaceo, un anfibio più piccolo o persino un giovane fitosauro. Quando individuava la preda, usava le enormi mascelle per inghiottirla e consumarla. Alcuni adattamenti particolari suggeriscono che Apachesaurus aveva questo stile di vita acquatico. Innanzitutto, avevano linee laterali formate dai solchi sensoriali. Questi sono utili per rilevare i cambiamenti nella pressione dell'acqua effettuati dai movimenti dovuti al nuoto degli organismi prossimali. Anche le loro gambe distese erano adattate per l'acqua. Non si sposterebbero rapidamente o efficientemente a terra, anche se potrebbero averlo fatto per trovare un'altra pozza d'acqua con più cibo o altre risorse. Sono state trovate fosse comuni, forse il risultato di un gruppo di questi animali che si riunivano in una pozza d'acqua prosciugatasi poi durante un periodo di siccità.
Viveva in habitat superficiali e paludosi accanto a molti altri piccoli anfibi, e i suoi fossili sono stati comunemente trovati con resti di fitosauri. Le migliori condizioni per la fossilizzazione si verificano nelle valli fluviali o nelle pianure alluvionali. Apachesaurus è famoso per i suoi fossili estremamente ben conservati, spesso rinvenuti in gruppi.
La maggior parte dei fossili di Apachesaurus sono stati trovati negli Stati Uniti, ma anche in India.
Il genere fu precedentemente chiamato Buettneria da Case nel 1922, ma nel 2007, B.D. Mueller si rese conto che il nome Buettneria era già stato dato ad un cespuglio, e così venne ribattezzato nel genere Koskinonodon, mentre il contemporaneo Apachesaurus gregorii, a seguito a quanto stabilito nel 2017, è risultato essere uno stadio giovanile di Koskinonodon perfectus. La desinenza finale -odon, significa che possedeva una forma dentale specifica.
Le due specie conosciute quindi sono K. perfectus e K. bakeri, che differiscono tra loro per alcune caratteristiche, come l'orbita del cranio.

Sinonimi: Buettneria perfecta, Koskinonodon perfectus, Metoposaurus bakeri, Eupelor



Per informazioni e qualsiasi tipo di comunicazione si prega cortesemente di inviare una mail (vedi Contatti): sarete ricontattati il prima possibile.

Si rammenta che le mail inviate prive dell'oggetto o con scritto "info" o altra dicitura generica, verranno cestinate come precauzione da virus e spam.

Non dimenticate di leggere le condizioni di vendita a fine pagina (footer), PRIMA di effettuare un acquisto!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere sempre informato sulle nostre novità e promozioni

Idee Regalo (clicca sulla foto)
Back to Top