Italiano  English  

Triceratops horridus (5) osso (plexi)

Prezzo :
9,00
  • Codice Prodotto: F23311
  • Prodotto Disponibile
Per questo prodotto è possibile aggiungere un solo elemento nel carrello

Descrizione

Provenienza : South Dakota - U.S.A. (Hell Creek Formation)

Era Geologica : Cretaceo superiore (Maastrichtiano)

Età : 80 milioni di anni


frammento osseo fossile di dinosauro cornuto, 4,8 gr, mm 19 x 14 x 10, fissato con plastilina in scatola plexiglas (mm 42 x 37 x 32), pezzo unico, come in foto.

Disponibili anche denti e frammenti ossei di Triceratops, a questo collegamento.

Se volete collezionare così i vostri fossili, nel nostro Catalogo Attrezzature potete trovare sia la plastilina che le vaschette di cartone o le scatolette di plexiglas trasparenti di varie misure.

Il triceratopo (Ceratopsia, Ceratopsidae) era un dinosauro ornitisco quadrupede, erbivoro, vissuto durante il Maastrichtiano (tardo Cretaceo) in nord America. Fa parte della famiglia dei ceratopsidi ed è caratterizzato da un collare osseo semicircolare e da tre corna. È stato uno degli ultimi dinosauri a comparire prima dell'estinzione del limite K-T.
I numerosi ritrovamenti di resti avvenuti a partire dal finire dell secolo XIX, in particolar modo di crani, negli Stati Uniti occidentali e in Canada meridionale, ha dato luogo ad una vera e propria "fioritura" di specie descritte, catalogate in base alle dimensioni e alle forme delle corna e dalla configurazione del caratteristico collare osseo.
L'aspetto curioso di questo grosso erbivoro quadrupede (era lungo fino a 9 metri, alto 3 metri e pesava forse 8 tonnellate) era naturalmente dato dal cranio: lungo fino a 2,30 metri, caratterizzato da un collare osseo che si proiettava all'indietro a proteggere la regione del collo e delle spalle, il cranio del T. era inoltre sormontato da due lunghe corna sopraorbitali, che lo facevano apparire molto minaccioso. Un terzo corno, più piccolo, era situato sopra le narici. Sono state fatte molte ipotesi inerenti alla funzione svolta dalle corna e dal vistoso collare. Le più accreditate è che fossero impiegati sia per difendersi dai predatori che nei combattimenti tra maschi: alcuni teschi fossili, infatti, riportano ferite e sforacchiature che sembrerebbero essere state procurate proprio da corna. Il grande collare, inoltre, serviva anche da termoregolatore in quanto si presentava molto vascolarizzato, cioè ricco di una fitta rete di capillari; inoltre, sempre a quest'ultimo, potrebbero essere stati ancorati i possenti muscoli delle mascelle dotate di becco.
Fino a qualche tempo fa il T. era considerato appartenere ai ceratopsidi a collare corto, o centrosaurini, per via della relativa brevità della struttura. In realtà, sembra più probabile che questo animale fosse un casmosaurino (o ceratopside a collare lungo) specializzato, vista la discreta lunghezza delle ossa squamosali. Il collare, dissimilmente da tutti gli altri ceratopsidi, era privo di aperture, garantendo una più completa protezione. Forse il T. era strettamente imparentato con il piccolo Avaceratops, dotato di caratteristiche simili.
Un recente studio condotto dal famoso paleontologo John Horner su numerosi esemplari e crani fossili di T. e Torosaurus ha tentato di dimostrare che il T. non sarebbe altro che la forma subadulta di Torosaurus. Se confermato, questo porterebbe, in base alle regole stabilite dal Codice internazionale di nomenclatura zoologica, alla sparizione del taxa "torosaurus", per il principio di priorità in quanto il genere Triceratops venne descritto nel 1889 prima del Torosaurus descritto nel 1891. Ciò che confuterebbe in maniera più convincente la teoria di Horner, è il fatto che il più grande scheletro di Triceratops ritrovato sia più grande di Torosaurus, nonostante quest'ultimo abbia un cranio decisamente più grande. Un'ulteriore ipotesi, è quella che Triceratops e Torosaurus possano essere in realtà i due sessi della stessa specie, e la differenza di dimensioni e di struttura del cranio sarebbe quindi attribuibile a dimorfismo sessuale, ipotesi presentata nel 1986 da John Ostrom  e Peter Wellnhofer.

Se volete integrare questo acquisto (ad es. come regalo), si consigliano i seguenti volumi:
- Chi c'era prima di noi?, L. Cusin, G. Delmati - ed. Fabbri;
- Dinosaurs of the East Coast, D.B. Weishampel, L. Youngs - ed. Johns Hopkins;
- Enciclopedia dei dinosauri e altri animali preistorici - ed. Mondadori;
- Fossili - Conoscere, riconoscere e collezionare i fossili invertebrati del mondo - ed. DeAgostini;
- Fossili, H. Chaumeton - ed. Gribaudo - Konemann;

- Rocce e fossili, P.Willis - ed. DeAgostini;
- Rocce, minerali e fossili (con CD ROM) - ed. Mondadori.



Per informazioni e qualsiasi tipo di comunicazione si prega cortesemente di inviare una mail (vedi Contatti): sarete ricontattati il prima possibile.

Si rammenta che le mail inviate prive dell'oggetto o con scritto "info" o altra dicitura generica, verranno cestinate come precauzione da virus e spam.

Non dimenticate di leggere le condizioni di vendita a fine pagina (footer), PRIMA di effettuare un acquisto!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere sempre informato sulle nostre novità e promozioni

Idee Regalo (clicca sulla foto)
Back to Top